PROTOCOLLO CONTENENTE LINEE GUIDA PERL’ESERCITAZIONE PRATICA PER LA SOMMINISTRAZIONE DI VACCINAZIONI TRA LA FEDERAZIONE DEGLI ORDINI DEI FARMACISTI ITALIANI E LA FEDERAZIONE NAZIONALE ORDINI PROFESSIONI INFERMIERISTICHE.

pdfscarica il documento

 

Accordo quadro tra  Governo, Regioni, Provincie Autonome, Federfarnma e Assofarm

 

pdfscarica il documento

 

16.06.2021

2021 giormata senza tabacco manifesto 2021 giormata senza tabacco mappa

 

 Si celebra oggi, lunedì 31 maggio 2021, il No Tobacco Day, la Giornata Mondiale senza tabacco: per l'occasione l'Ulss 3 Serenissima ha presentato la mappa aggiornata dei 12 comuni veneziani "smoke free", quelli cioè che hanno deciso di vietare il fumo anche all'aria aperta, nei parchi, alle fermate degli autobus, vicino alle scuole. Venerdì 28 Maggio durante l'Avienda Ulss 3 ha presentato un manifesto in 10 punti contro il tabacco, tra cui i firmatari anche  l'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Venezia.

 

 

 

 

Carissime/Carissimi

La Giornata internazionale dell’infermiere, istituita nel lontano 1965 e riconosciuta a livello mondiale e istituzionale, rappresenta come sempre un’occasione importante per ricordare alla cittadinanza e a tutta la comunità il valore della nostra professione.

Anche quest’anno non si potrà festeggiare come vorremmo, ma la finalità della festa non è mai stata per noi solo celebrativa, continua ad essere soprattutto un momento in cui meditare sulle radici della professione infermieristica e avviare una seria riflessione sullo sviluppo professionale futuro. L’anno appena concluso ha innegabilmente portato in risalto la figura dell’infermiere che è stato e continua ad essere in prima linea nella gestione dell’emergenza pandemica. Anche se a volte con una buona dose di retorica, che non è piaciuta agli stessi infermieri, è innegabile, che mai come in questi mesi la professione è stata al centro delle cronache. Ma gli infermieri hanno continuato a ribadire che hanno fatto quello che sempre fanno da decenni, da quando sono nati come professione, hanno curato, portato sollievo, fatto da unico tramite con il mondo esterno e, troppo spesso, accompagnato alla morte con dignità e rispetto. Il lavoro che ci vede impegnati ora, deve essere rivolto a mantenere questa visibilità e a dare gambe alle innovazioni normative che con grande impegno e lavoro istituzionale sono state ottenute.

Si prospetta un modello sanitario il cui percorso è già tracciato, che vede un infermiere dedicato all’assistenza di prossimità (a domicilio, nelle case di comunità, negli ospedali di comunità), che aiuta il cittadino ad usufruire dei servizi giusti e dei percorsi più opportuni, un infermiere capace di lavorare in partnership con tutti i professionisti della salute. Il tema scelto quest’anno dalla federazione per il 12 maggio infatti recita: “OVUNQUE PER IL BENE DI TUTTI, infermieristica di prossimità per un sistema salute piu giusto ed efficace”

Ci attende tanto lavoro, ma visto di cosa siamo stati capaci di fare nei momenti più bui di quest’ultimo anno, non esiteremo ad accogliere la sfida convinti di farcela, senza ricorrere ad atti eroici o interventi eccezionali, ma con impegno costante e cura quotidiana come siamo abituati a fare.

Ringraziandovi per la vostra generosità di sempre vi auguriamo un Buon 12 maggio 2021.

 

La Presidente

 

pdfAuguri_e_ringraziamenti. dell' Assessore Simone Venturini.pdf

 

logoASSEMBLEA 2021

 

 

Il Consiglio Direttivo con delibera n. 20 del 31 marzo 2021 convoca l'Assemblea Ordinaria degli iscritti per il giorno:

 

                                                                   28 Maggio 2021 alle ore 15.00

                                       presso la Sede del Corso di Laurea in Infermieristica di Mestre

                                                      Aula Piano terra - P.le Giustiniani 11/E - Mestre

 

pdfLettera convocazione

 

 

 

 

 

 

OPI VENETO 696x620

 

 29.03.2021

 

“La delibera n. 305/2021 della Regione Veneto, che apre alla possibilità di utilizzare gli Operatori sociosanitari (Oss), rispetto ad atti propri dell’assistenza clinica del paziente di competenza esclusiva di medici ed infermieri, è considerata IRRICEVIBILE da parte del Coordinamento degli Ordini delle Professioni Infermieristiche della Regione Veneto, in particolare nei Centri Servizi per anziani, dove i bisogni di salute sono sempre più ad alta valenza sanitaria e quindi necessitano di assistenza infermieristica sempre maggiore”.